Hybris

Pubblicato il da Armonia dei contrari

http://percorsi.blog.kataweb.it/files/2010/07/5260_126089871405_614626405_2870962_426928_n.jpg

Questo gusto amaro di perdersi

in erranti vicoli

e deserti in fuga

questa lava incandescente

che brucia ipocrite ironie

polifonica e cangiante

scorre interminabile

su silenzio di pietra

e sa di spine

sui crinali ispidi

sempre in fieri

trasuda sensi

di rami bruciati

Toccare abissi a dismisura

rende umani

 

M.Allo

Con tag Anima mundi

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post
P


Toccare abissi porta inevitabilmente a risalire, ma laggiù si scopre la vera essenza di se. Bello il blog, profonde le poesie.


bentrovato su over-blog



Rispondi
A


Grazie Giuseppe del passaggio e del commento! Ciao