Sai quando il vento

Pubblicato il da Armonia dei contrari

  403132_308471249189090_100000786528327_809014_1787548055_n.jpg

 

senza corpo nè veli

tra volute e radici

ha sete di bacche frantumate

e soffocate lune

come acqua scorre

nè sentieri echi o steli

potranno fermarlo

diluvia contemporaneo a noi

e ai peccati del mondo

folgora rumori

sui fregi intarsiati del cancello

su corolle di brina

nel tempio dello spazio

 

sai quando il vento

rode e silenzia

il cielo delle parole

tensione di nascita e mai fine

vertigini di senso in agonia

trame su pelli mai accolte

e questo dolore

di suoni alle caviglie

sperimenta ogni giorno ogni momento

 

sai quando il vento

obliquo celestiale su visioni

imbriglia la mia sete

di ombra e rugiada

dilata sterili silenzi

ferite riaperte su orlo di abisso

lontana mi riascolto come nebbia

in una landa deserta

a carponi riannodo fili

infiorescenze messe a nudo

in esili risvegli

tutto un vocio

che sveste le parole come labile brusio

di destini infilzati

dentro l'arca che solcherà

i flutti delle nostre fiumare

sai quando il vento

impasto di fango e terra

decifra di noi un solo istante

e quella soglia al varco di respiro

caparbiamente ci plasma la vita

 

m.a

Con tag Anima mundi

Commenta il post