Sul rudere....

Pubblicato il da Armonia dei contrari

     http://farm7.staticflickr.com/6238/6278821609_ac0eaf802b.jpg

Stranamente sul rudere

il melograno

in un punto del colle

crocevia di armonie

come vento

di glicine spezzato 

nelle crepe dei ramarri

crepita di passato

mi lascio condurre

da un ritrovato senso

 

Stranamente vecchie tegole

di cieli

lambiscono ricordi

c'è silenzio

di echi mai spenti

oltre le palpebre dell'etna

mascherata di ghiaccio

oltre il mento sfuggente

linciato al rendiconto

 

 

 

Che credi?

L'oscurità irrompe

con veemenza

ha ventre aguzzo

sclere bianche

e sorda assordante

turbina col vento

 

Stranamente flebile

in chicchi di mistero

un coro di vicoli bagnati

indugia sulle tempie

nenie enigmi suoni

cosparsi di brandelli

 

È rimasto laggiù sul colle

il colore del tempo

ma la parola la parola

in frantumi non colgo

labile deriso dubbio

su incerto istante

senza riparo

perso in mezzo al niente

 

Ah quel melograno.......

 

Maria Allo


Con tag memorie

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post