Sii esilio e patria

Pubblicato il da Armonia dei contrari

Quando sei grido rappreso

dolente cangiante

quando non tessi più giorni

con rimandi e richiami

ma intingi il silenzio

in gravido e nero sgomento

 

tendi almeno l'orecchio

ai bordi di voci trasognate

e lascia che Orfeo canti

quel suo fluttuante mistero

in azzurri fondali

che possiedono

di te

litorali e tramonti

Sii asilo e patria

in giorni chiari e notti buie

 

M.Allo

 

Con tag Anima mundi

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post